20MILA MORTI IN LOMBARDIA, 13MILA IN GERMANIA

20MILA MORTI IN LOMBARDIA, 13MILA IN GERMANIA
E forse non solo… Ieri un virologo che piace molto al centrodestra ha subito detto che la mortalità così alta è figlia di un errore di calcolo.
Il presidente della Regione e il suo assessore hanno detto e ripetuto in questi mesi che hanno affrontato uno tsunami, una pioggia di meteoriti, tanto per sottolineare la fatalità di quello che è successo. Eppure il virus che ricordiamolo, almeno per i ceppi di Codogno e Alzano Lombardo della prima ondata, è arrivato con certezza dalla germanica Baviera, da noi ha colpito molto più duramente a livello di diffusione e poi di morti che in Germania. E qui la differenza balza agli occhi, così evidente che anche Angela Merkel, ha accettato finanziamenti alla sanità gratis e prioritari in Europa. Tre decenni di austerità fiscale e di privatizzazione alla lombarda hanno devastato la salute pubblica, distrutto la medicina del territorio e la prevenzione. Ed è questo ciò che serve per fermare l’epidemia PRIMA che arrivi alle terapie intensive, poi è tardi. Quei 20mila morti sono lì a ricordarlo.
PS nella tabella l’evoluzione della mortalità nella prima ondata

Ti potrebbero interessare