A FUTURA MEMORIA

A FUTURA MEMORIA

Nel momento della lotta per sconfiggere il corona virus è evidente la tenuta, dedizione, imprescindibilità del Servizio Sanitario nazionale. Quello che dei 23 miliardi di sanità regionale ne prende il 60%. Quello che ha visto ospedali pubblici accorpati, chiusi o fortemente ridimensionati dalle giunte leghiste dal 2014 ad oggi (San Giovanni Bianco, Lecco, Calcinate, Cernusco sul Naviglio, Oglio Po, Busto Arsizio, Monza, e crediamo anche parte del S. Anna, Legnano ospedale vecchio …). Sono invece cresciuti i servizi sanitari privati che ci costano il quadruplo più o meno, che non rispondono a servizi non profittevoli perché hanno quella come legge, prima della salute. Poi ci sono stimati professionisti, eccellenze, decine di migliaia di lavoratori ecc. Non bisogna negarlo. Ma se leggete questa ricostruzione precisa, capite perché il problema – anche oggi, proprio oggi – è la privatizzazione della sanità.

Ecco l’articolo: https://www.rassegna.it/articoli/sanita-privata-non-per-le-emergenze?fbclid=IwAR1349qLpCTXHaW6Md7t44sFFLQSEwOuQZX6yTeL_O0ElYidjLBGCo7q0OQ

Ti potrebbero interessare