Ancora due settimane per “Ero Straniero”

Ancora due settimane per “Ero Straniero”

Fino alla fine della prossima settimana sarà possibile firmare per la campagna “Ero straniero – L’umanità che fa bene”, promossa, tra gli altri, da Radicali, Fondazione Casa della carità “A. Abriani” Milano, ACLI, Arci, Asgi, Centro Astalli, Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza – CNCA, A Buon Diritto e Cild. Una campagna per cambiare il racconto e vincere la sfida puntando su accoglienza, lavoro e inclusione. Una raccolta di firme per superare la Legge Bossi-Fini che impedisce, di fatto, a migliaia di donne e uomini di essere immigrati regolari in Italia.

Condividiamo pienamente quanto espresso dalla Casa della Carità :”È una campagna importante che sta ampiamente dimostrando la presenza di un enorme patrimonio di solidarietà che è fortemente diffuso sul territorio.
E che può contrastare efficacemente la paura e l’insicurezza che alimentano xenofobia e razzismo soprattutto in quelle fasce di popolazione segnate da povertà, sofferenza, esclusione.
Occorre dimostrare concretamente, sui territori e nella vita di ogni giorno, che la percezione del fenomeno migratorio come pericolo e la sua gestione emergenziale sono degli errori a cui va contrapposta l’idea che un’accoglienza diffusa e di qualità è capace di allargare la cittadinanza, renderla inclusiva e promuovere coesione e sicurezza per tutti. Dobbiamo ripetere, ancora più forte, a sempre più persone, che le migrazioni sono un fenomeno strutturale al quale non possiamo più permetterci di dare risposte emergenziali.”

Ed è quello che noi Consiglieri Comunali stiamo facendo approfittando del nostro ruolo di certificatori delle firme raccolte.
Ogni giorno parliamo con centinaia di persone e incontriamo molta disponibilità all’ascolto da parte di persone appartenenti a tutte le fasce sociali.
Disponibilità che spesso, a fronte di un’iniziale diffidenza o contrarietà, si traduce in una firma convinta.

Mancano meno di due settimane per poter firmare.
Parliamo con tutti quelli che conosciamo e, se non l’hanno ancora fatto, convinciamoci a firmare.
È una questione di civiltà…

Qui tutte le informazioni e dove poter firmare

 

Paolo Limonta

Ti potrebbero interessare