Bando alle periferie: impariamo dalle criticità

Bando alle periferie: impariamo dalle criticità

Possiamo affermare che il bando periferie ha avuto un grosso successo.

Più di 150 progetti presentati, con il coinvolgimento di circa 400 associazioni e realtà territoriali, sono il segno tangibile che, a Milano, ci sono idee, energie e voglia di provare a cambiare i luoghi non centrali.

E’ interessante anche osservare come i progetti vincitori mettano in campo idee e modi di approccio al tema molto diversi, dimostrando ricchezza e grande inventiva, doti necessarie a intervenire in territori e situazioni dove la complessità dei problemi richiede flessibilità e capacità di innovare

Si tratta, adesso, di osservare l’impatto di questi progetti nei quartieri, per fare sì che nulla vada perso e il prossimo bando e le prossime iniziative dell’amministrazione siano ancora di più innovativi e utili.

Anche imparando dalle criticità e da quello che ha funzionato meno bene; e allora cominciamo col dire che un prossimo bando dovrà avere validità biennale, per dare continuità e sostanza ai progetti vincitori e raccogliere esiti e risultati anche durante lo svolgimento dei progetti; che dovrà essere “più snello”, con meno adempimenti burocratici; e che dovrà poter intercettare anche progetti al di fuori dei 5 ambiti prioritari, per valorizzare ancora di più le buone pratiche, le idee innovative e la capacità di collaborare e contaminarsi.

Se abbiamo detto che il piano periferie si compone di una parte hardware, manutenzione straordinaria, e di una software, occorre allora che quest’ultima sia adeguatamente finanziata e presidiata, non solo per contribuire a progetti delle associazioni e del territorio, ma anche ” per pensare alto” e immaginare progetti e interventi nei quartieri che siano continuativi nel tempo e contribuiscano a rendere più coese e vivibili le periferie milanesi, facendo di Milano un modello di integrazione e rammendo del territorio e delle relazioni


Qui la graduatoria delle iniziative finanziate

 

Mirko Mazzali – delegato del Sindaco alle Periferie

Ti potrebbero interessare