CANNABIS DISINFORMAZIONE E PROPAGANDA

CANNABIS DISINFORMAZIONE E PROPAGANDA

“No ad uno stato spacciatore!” tuona Salvini. La presidente del senato Casellati blocca la norma sulla cannabis light dichiarandola inammissibile. La Lega e tutto il centrodestra esulta ma vive una realtà parallela rispetto ai dati ufficiali. In Italia c’è un decesso ogni 26 ore derivante dall’uso di eroina, cocaina, anfetamine, benzodiazepine, psicofarmaci. Un dato che si attesta al +13% rispetto all’anno precedente. Mai registrato un decesso per uso di cannabis. Mai uno. Eppure arrivano in Italia, consegnate comodamente a casa dal corriere, circa 400 nuove sostanze psicoattive, alcune delle quali non schedate nel database del ministero della salute.
Contemporaneamente in parlamento si è creato un intergruppo composto da più di 100 deputati pronti a lavorare in tema legalizzazione della cannabis, eppure siamo ancora qui a spiegare che è più importante guardare la luna anziché fermarsi al dito che la indica.

Michele Bisaccia

Ti potrebbero interessare