“Casa mia è dovunque ci sei tu”, Libero Traversa

“Casa mia è dovunque ci sei tu”, Libero Traversa

Domani pomeriggio in ricordo di Libero con artisti, compagni, amici, alla Casa della Memoria Milano, promuove ANPI Provinciale di Milano. Per questi tenaci resistenti. Segnaliamo (in ritardo) la scomparsa giovedì di Emma Fighetti. Durante il fascismo Emma trasformò il suo laboratorio di sartoria in un’eccellente copertura per le attività di sostegno ai partigiani. “Preparavo la colla con acqua e farina – ha raccontato Emma in una intervista al Corriere della Sera dell’aprile 2015 – e la distribuivo ai ragazzini che dovevano affiggere sui muri i volantini contro i fascisti. In tanti sono sfuggiti alla cattura passando attraverso il solaio di casa mia. Erano giovani che non volevano essere reclutati nell’esercito o partigiani braccati.” Nell’intervista, Emma, aggiunse, con un sorriso: “Ero una sovversiva… Un paio di volte ho rischiato di essere arrestata e allora sì ho avuto un po’, solo un po’ di paura.” Emma fece un comizio a Baggio, subito dopo la Liberazione e, con le donne dell’Udi sfilò in corteo in bicicletta, per le vie del centro. Nel 2016 le fu conferita dal Ministero della Difesa, nella ricorrenza del 70° anniversario della Liberazione, la medaglia e il diploma di partigiana. Ricorderemo sempre Emma con commozione e affetto.
Roberto Cenati – Presidente Anpi Provinciale di Milano

Ti potrebbero interessare