Ciao, Libero

Ciao, Libero

Una cerimonia laica, intensa e gioiosa, per salutare un uomo la cui biografia si è mescolata con la storia di questo paese.
Grazie soprattutto a Rossella Traversa, per le sue parole sincere di amore non solo per suo padre ma per quei valori e quegli ideali di giustizia, equità e libertà che lui ha incarnato e trasmesso nelle azioni quotidiane, e che abbiamo ricordato ancora una volta sul palco del 25 aprile. È stato bello essere con voi.

Antonella Bruzzese

Un articolo di Zita Dazzi per Repubblica lo trovate qui

Ti potrebbero interessare