Contro nuove derive razziste

Contro nuove derive razziste

Ecco l’intervista ad Anita Pirovano, capogruppo di Insieme x Milano, uscita oggi sulle pagine di “La Repubblica

Dalla sinistra progressista Anita Pirovano, del gruppo Insieme X Milano, ha presentato in Consiglio comunale il testo per vietare eventi in luoghi pubblici a chi non si riconosce nei valori della Costituzione. Una misura che segue l’esempio di un provvedimento simile già adottato dal Comune di Torino.

Perché avete presentato questa proposta?
«Sarebbe stata effettivamente una richiesta superflua e banale, se non vivessimo una fase storica molto particolare in cui, per questioni legate anche alla sofferenza economica e sociale, non stessero riemergendo e prendendo spazio pericolose derive discriminatorie, omofobe, razziste che hanno come sfondo e riferimento parole d’ordine fasciste».

Anche a Milano?
«A Ostia e Como abbiamo avuto dimostrazioni plateali, ma anche qui ci sono stati episodi in cui hanno preso spazio pubblico queste realtà».

Non c’è il rischio di una valutazione discrezionale?
«La mozione chiede solo di sottoscrivere una carta di valori condivisi e scritti nella nostra Costituzione. È rivolta solo alle associazioni, non ai singoli, e quindi una volta sottoscritto questo impegno — e in mancanza di controindicazioni per altri motivi — darà l’autorizzazione in automatico».

Il centrodestra non la voterà.
«Noi invece ci aspettiamo la massima condivisione da tutti coloro, che stando in una istituzione, non dovrebbero avere alcuna difficoltà a farlo. E, anzi, invitiamo tutte le forze politiche, anche i 5 Stelle e il centrodestra, a farlo».

Si impediranno cortei neofascisti?
«Il Comune ribadisce con questa scelta l’attualità dei principi antifascisti, ci auguriamo di coinvolgere anche le altre istituzioni che decidono sugli spazi pubblici».

La manderete anche alla Regione? «Certo. Noi siamo molto contenti del sostegno limpido del sindaco Sala. Due anni fa io per prima avevo dubbi che potesse far continuare l’esperienza di centrosinistra a Milano e sono stata smentita. Faccio un appello in vista delle Regionali: ricordiamoci che solo un governo di centrosinistra è garanzia di buona politica e di valori progressisti»

Ti potrebbero interessare