Ecco il protocollo per i concessionari di Arexpo

Ecco il protocollo per i concessionari di Arexpo

Approvata dall’aula la mozione che chiede che il protocollo per le aree post Expo sottoscritto il 26 settembre 2017 da Prefettura di Milano e AREXPO S.p.A. sia obbligatoriamente adottato dai concessionari di Arexpo e da chi ha acquistato o acquisterà porzioni delle aree da essa possedute.

Il Protocollo riprende i termini del Prototcollo Expo del febbraio 2012 che ha avuto un ottimo risultato, 67 imprese escluse dai cantieri perché oggetto di tentativi di infiltrazione mafiosa.

Si è anche deciso di richiedere che il protocollo (denominato Lavori di conservazione, rifunzionalizzazione, completamento, disfacimento, ripristino e riutilizzo di aree, edifici o manufatti situati all’interno ed al contorno dell’ex sito per l’Esposizione Universale di Milano 2015) sia esteso anche alla Polizia Locale protagonista di un lavoro eccezionale durante Expo dedicato al controllo delle aree di cantiere e al flusso di camion per il trasporto terra da e verso le cave, frutto di un accordo con i comuni di Pero, Rho e Baranzate, per permettere alle unità di agire anche fuori degli stretti confini comunali di competenza.

 

Protocollo per i concessionari di Arexpo

Approvata dall'aula la mozione che chiede che il protocollo per le aree post Expo sottoscritto il 26 settembre 2017 da Prefettura di Milano e AREXPO S.p.A. sia obbligatoriamente adottato dai concessionari di Arexpo e da chi ha acquistato o acquisterà porzioni delle aree da essa possedute. Il Protocollo riprende i termini del Prototcollo Expo del febbraio 2012 che ha avuto un ottimo risultato, 67 imprese escluse dai cantieri perché oggetto di tentativi di infiltrazione mafiosa.Si è anche deciso di richiedere che il protocollo (denominato Lavori di conservazione, rifunzionalizzazione, completamento, disfacimento, ripristino e riutilizzo di aree, edifici o manufatti situati all'interno ed al contorno dell'ex sito per l'Esposizione Universale di Milano 2015) sia esteso anche alla Polizia Locale protagonista di un lavoro eccezionale durante Expo dedicato al controllo delle aree di cantiere e al flusso di camion per il trasporto terra da e verso le cave, frutto di un accordo con i comuni di Pero, Rho e Baranzate, per permettere alle unità di agire anche fuori degli stretti confini comunali di competenza..

Publiée par SinistraxMilano sur vendredi 27 avril 2018

Ti potrebbero interessare