Fondi periferie, il silenzio Lega-M5S

Fondi periferie, il silenzio Lega-M5S

Ieri sera il governo ha promesso ad ANCI di trovare il modo, forse settimana prossima con un decreto, di rifinanziare la maggior parte dei progetti inseriti nel Piano Periferie congelati col decreto Milleproroghe. Difficile capire tale comportamento del governo: farsi propaganda ridando, forse, meno di prima, certo, come fosse una concessione ai miseri comuni e cittadini delle periferie.
Periferie come quelle del Municipio 2 di Milano che hanno vissuto settimane di attivismo in Quartiere Adriano per dire no al congelamento dei fondi. Gli abitanti del quartiere avevano chiesto al Municipio di fare una mozione unica contro il blocco del Piano Periferie.
Come proponenti la prima mozione, abbiamo da subito cercato il dialogo nei giorni tra la manifestazione di sabato e il Consiglio che si è tenuto lunedì; non abbiamo ricevuto nessuna risposta né dal centrodestra né dal M5S, che ancora non si è espresso in merito. Solo a consiglio in corso si è avviata una mediazione che è iniziata con la seguente affermazione del Presidente del Municipio: “Unica possibilità è che voi ritiriate la vostra mozione”.
Rimasti al tavolo per trovare comunque una soluzione, con alcuni punti di compromesso, solo quando la discussione è stata allargata anche ai cittadini presenti si è trovata una proposta comune.
Ma evidentemente non era intenzione del centrodestra votare alcuna mozione visto che nel momento dell’accordo sono stati chiusi i lavori del Consiglio.
Rimaniamo fortemente dispiaciuti di questo fallimento della politica locale che non è stata in grado, probabilmente seguendo indicazioni arrivate dall’alto, di dare una risposta alle richieste dei cittadini del quartieri che al Consiglio si sono rivolti.

Alberto Proietti
Consigliere di Municipio 2 – Sinistra x Milano

Ti potrebbero interessare