Giambellino-Lorenteggio la Regione ci prende in giro

Giambellino-Lorenteggio la Regione ci prende in giro

L’assessore alla casa lumbard Bolognini utilizza la Repubblica Milano di oggi per informare la città su quanto sta accadendo nei quartieri Giambellino-Lorenteggio.
Il ritardo di Regione Lombardia è ormai certificato: hanno già chiesto proroga all’Europa. Ulteriori ritardi metterebbero a rischio il finanziamento. Non mi vengano a dire che è colpa delle occupazioni o della bonifica. Fatti assolutamente prevedibili. Il ritardo è dovuto alle scelte continuamente riviste e modificate.
Nell’Accordo di Programma Lorenteggio gli abbattimento previsti erano: Via Lorenteggio 181 edifici 10b, 20b e 30b. Il solo edificio 10b è già stato demolito a luglio 2017, Via Lorenteggio 179/via Odazio 8, Via Manzano 4, Via Segneri 3.
All’inizio di agosto si è scoperto che oltre a due interi edifici che non verranno ricostruiti in via Manzano 4, anche il 179 non viene ricostruito per intero, verranno persi più di 100 alloggi dedicati all’Erp per mancanza di fondi. Abbattono per risparmiare sulle ristrutturazioni, non ricostruiscono per risparmiare. Apprendiamo dall’articolo che Infrastrutture Lombarde e Regione Lombardia hanno deciso (quando non si sa) di abbattere e ricostruire il 150 di Giambellino. Nessuno in quartiere è stato informato della decisione presa.
Da più di un anno aspettiamo che l’assessore Bolognini venga in quartiere.

David Gentili

Ti potrebbero interessare