Gioco d’azzardo, vergogna di Stato

Gioco d’azzardo, vergogna di Stato

Nel 2017 in Italia il gioco d’azzardo ha superato i 100 miliardi di Euro. Un paese con 6.000.000 di poveri con 70.000 minorenni dediti abitualmente al gioco di azzardo alimentato anche da una pubblicità martellante che si autoassolve con scritte come: “il gioco è vietato ai minori, il gioco può creare dipendenza” non può assistere in silenzio a questa distruzione sistematica, prima ancora che di ricchezza, di dignità. Non ci si può nascondere dietro a frasi del tipo “lo Stato ci guadagna”, lo Stato siamo noi, qualsiasi pratica lesiva della nostra integrità di cittadini deve essere contrasta con forza. Invece di parlare dei 9 miliardi previsti nel 2019 per il reddito di cittadinanza parliamo di questi 100 miliardi che hanno reso ancora più povere migliaia di famiglie, 100 miliardi tolti ai consumi, tolti al giro virtuoso della creazione di ricchezza e di risparmio. Il “governo del cambiamento” si preoccupa di legittimare grazie ai condoni capitali di dubbia provenienza che alimenteranno anche il mercato criminale del gioco e si gira dall’altra parte davanti a questa piaga, anzi la incoraggia con il suo silenzio. Noi come Sinistra per Milano non ci giriamo dall’altra parte e oltre a unirci a chi denuncia la sudditanza del governo nei confronti del gioco di azzardo, siamo a fianco della Giunta di Milano perchè persegua con rinnovata forza la lotta a questo cancro.

Cesare Castelli

Ti potrebbero interessare