La guerra culturale con la Francia

La guerra culturale con la Francia

Nel 2015 realizzammo a Milano la mostra Leonardo 1452 -1519, curata da Pietro Marani e Maria Teresa Fiorio. Con un accurato progetto scientifico di ricerca la mostra ebbe prestiti dai più importanti musei di tutto il mondo, risultando di fatto tra le più importanti mai realizzate. Il Museo del Louvre prestò ben tre capolavori di Leonardo, risultando, tra i tutti i musei, il più generoso con Palazzo Reale e con Milano. Leggo quindi con sgomento i propositi del sottosegretario Borgonzoni, che vorrebbe aprire, nel nome di un’incredibile e insopportabile intromissione della politica nelle istituzioni culturali, un’assurda guerra con il Louvre boicottando il loro bellissimo progetto espositivo programmato per il cinquecentario della morte di Leonardo. Spero che il Ministro Bonisoli intervenga autorevolmente per riportare la dialettica tra le istituzioni culturali del mondo e quelle italiane entro il perimetro di ragionevole e amichevole collaborazione, che esclude ogni pregiudizio campanilistico o anacronistica rivendicazione sovranista.

Filippo Del Corno

PS l’articolo del Corriere della Sera lo poete trovare qui

Ti potrebbero interessare