I BAMBINI IN PERIFERIA VINCONO in EUROPA

I BAMBINI IN PERIFERIA VINCONO in EUROPA

Il progetto Wish Mi finanziato con 5 milioni come miglior progetto per l’infanzia. Sette hub dedicati all’infanzia per garantire un accesso facilitato ai servizi destinati ai bambini e alla loro istruzione. Una piattaforma digitale e sette «cittadelle dei minori» in sette diverse periferie della città: via Arsia, via Giacosa, via Feltre, via Anselmo Da Baggio, via Mar Jonio, via Crollalanza, via Ucelli di Nemi. Il progetto di «Wish Mi» (Wellbeing integrated System of Milan) si deve a un finanziamento di 5 milioni di euro dal bando europeo «Urban innovative actions» (Uia). Capofila della proposta è il Comune di Milano, con le direzioni Educazione e Politiche sociali; l’amministrazione ha poi individuato, tramite un avviso pubblico, i soggetti partner: Fondazione Politecnico di Milano, ActionAid Italia, Centro di ricerca sulle relazioni interculturali dell’Università Cattolica di Milano, Dipartimento di Design del Politecnico di Milano, cooperativa ABCittà. «Wish Mi» nascerà grazie al supporto di Bloomberg Associates ed opererà in sinergia con WeMi, il sistema di servizi digitali e fisici del Comune di Milano per facilitare l’accesso ai servizi domiciliari della città, e con Qubì, il programma di Fondazione Cariplo per contrastare la povertà minorile a Milano.

Ti potrebbero interessare