IL CORTOCIRCUITO DEL CODACONS

IL CORTOCIRCUITO DEL CODACONS
Il CODACONS denuncia i sindaci di Milano, Torino, Genova, Cagliari, Napoli. Li denuncia per concorso in epidemia accusandoli di non aver tutelato in modo adeguato la salute dei consumatori.
Il governo centrale pone limiti alle uscite per shopping e al fruire quotidiano dei servizi, ma contestualmente spinge affinché la popolazione mantenga in circolo l’economia. Attiva il cashback, invita la popolazione a spendere in presenza utilizzando gli strumenti di pagamento elettronici ma allo stesso tempo chiede di non creare assembramenti, di effettuare acquisti mirati senza dilungarsi in passeggiate rilassanti.
Le regioni, in base al colore politico, cavalcano a giorni alterni il tema degli assembramenti, della salute, dei trasporti, del consumo, ma nulla possono contro le misure messe in atto per favorire i consumi.
I comuni, che dall’inizio dell’epidemia hanno posto limiti alle uscite, allo shopping e al divertimento, adesso sono sotto accusa. Accusati di non aver vigilato abbastanza nei giorni passati, accusati di non aver transennato le zone dello shopping garantendo un afflusso regolare di consumatori. Accusati di non aver messo in strada tutte le risorse umane a disposizione della polizia municipale.
In questa situazione difficile da sbrogliare, tu da che parte stai?
Michele Bisaccia

Ti potrebbero interessare