IL TRASPORTO PUBBLICO È UNO STRUMENTO VIRTUOSO

IL TRASPORTO PUBBLICO È UNO STRUMENTO VIRTUOSO

La gestione della vicenda M5 ha messo in evidenza una serie di limiti nell’azione di governo della città: un percorso decisionale non lineare e non discusso, il conflitto tra ATM e comune e la sensazione che altre partite, non esplicitate, giocassero un ruolo nella vicenda.

Per queste ragioni, in consiglio comunale abbiamo sottolineato le nostre riserve sulla questione e, lo ribadiamo, su una serie di decisioni che negli ultimi mesi hanno interessato il trasporto pubblico locale, decisioni fatte di tagli (più o meno mini) e rimodulazioni, che gettano qualche ombra sulla visione strategica del trasporto pubblico che, è bene ricordarlo, riguarda la qualità della vita di tutti i milanesi e è il primo biglietto da visita per chi arriva nell’area metropolitana.

Alle spalle la vicenda M5, dobbiamo guardare avanti, a una politica tariffaria che assicuri le risorse necessarie al potenziamento dei mezzi senza penalizzare chi li usa più spesso, a un nuovo contratto di servizio che sappia essere ambizioso negli obiettivi e flessibile negli strumenti.

Dobbiamo essere capaci di interloquire e cooperare con gli operatori del settore senza timori reverenziali nei confronti di nessuno, e si fs in particolare, dobbiamo rifuggire il municipalismo senza per questo penalizzare il patrimonio della nostra città.

Pensiamo, insomma, che il modo in cui sapremo affrontare e gestire il trasporto pubblico locale sarà sintomatico della visione strategica e dell’idea che abbiamo della Milano dei prossimi decenni.

Su questo SinistraxMilano ha avanzato e continuerà a avanzare idee e proposte concrete, a partire da una visione diversa della città che considera il trasporto pubblico non solo un servizio ma anche uno strumento virtuoso verso una città con sempre meno auto.

Ti potrebbero interessare