INQUINAMENTO IN CITTA’: MORIREMO BEN-ALTRISTI?

INQUINAMENTO IN CITTA’: MORIREMO BEN-ALTRISTI?
Altra giornata in ufficio
Altra giornata sui mezzi (semivuoti)
Altra giornata di traffico ovunque, di aria malata, di auto bloccate a ogni incrocio, di clacson isterici che squarciano il rumore di sottofondo della città.
Eppure siamo a Milano, che è piccola (sì, è piccola), piatta e nel cuore della regione più inquinata d’Europa, dove più si muore non solo di Covid ma anche di malattie cardiovascolari legate all’inquinamento.
Insomma, in bici, a piedi e con un breve tratto di mezzi si arriva quasi ovunque, e si lascerebbero le strade a chi ne ha davvero bisogno, i mezzi pubblici, i mezzi di soccorso e chi, per età o condizione fisica, non può farne a meno.
Eppure le risposte più frequenti sono
“non bastano le piste ciclabili”
“non bastano i mezzi in città”
il tutto condito da un “ci vuole un piano complessivo, non basta un singolo pezzo”
Eh sì, ci vuole ben altro signora mia.
E, visto che democristiani lo siamo diventati nella post adolescenza, rassegnamoci moriremo benaltristi.
Elena Comelli

Ti potrebbero interessare