Italia, oggi

Italia, oggi

Ho chiesto e ottenuto che il Consiglio Comunale di Milano osservasse un minuto di silenzio per ricordare Sacko Soumalia, ucciso ieri a San Calogero in Calabria.
Era arrivato dal Mali e faceva il sindacalista nella zona tra Rosarno e Nicotera, la piana dove gli immigrati vengono sfruttati per due euro al giorno.
Ho ricordato l’assordante silenzio dell’attuale ministro degli interni (la minuscola è voluta), troppo occupato a straparlare di espulsioni di massa e pacchie finite.
Perché ieri, in Italia, un sindacalista è stato ucciso con un colpo di fucile da un killer mafioso.
E questo, da un paese che si definisce civile, non può essere accettato…
Paolo Limonta

Ti potrebbero interessare