La bandite acuta del Municipio 2

La bandite acuta del Municipio 2

Manca solo la certificazione ufficiale da parte delle istituzioni sanitarie, ma è evidente che in Municipio 2 siamo in piena epidemia da bandite acuta.

Negli ultimi venti giorni sono stati pubblicati 8 (otto) Avvisi pubblici per organizzazione di eventi ed iniziative, tutte più o meno a tema “natalizio”. Nel frattempo, però, è stato pubblicato anche un avviso di proroga dei termini di due dei bandi perché non erano rispettati i minimi termini di legge (15 gg) e uno degli otto bandi è stato revocato perché non era assolutamente chiaro cosa si sarebbe dovuto offrire.

Si va dalle iniziative culturali e socio-aggregative a tema natalizio (20.000 euro), a quelle a tema identitario per la riscoperta delle tradizioni milanesi e della lingua (20.000 euro), alle iniziative a sostegno dei disabili (meritorio) da svolgersi nei CDD (Centri Diurni Disabili, vedi dopo) e nelle scuole (20.000 euro), ai contributi per la realizzazione di presepi luminarie e addobbi natalizi che però devono concludersi entro il 31/12 (e i Re magi quando li mettiamo, a proposito di tradizioni?) (10.600 euro, 4000 per associazioni + 6600 per commercianti), ai contributi per la realizzazione di feste di natale degli istituti scolastici, centri anziani, CAG (Centri Aggregazione Giovanile) e CDD (ma non erano già nel bando 3?) (4000 euro, 3000 scuole + 1000 centri), alla «organizzazione e realizzazione di un Museo all’aperto che preveda un percorso culturale lungo il Naviglio Martesana» (9900 euro, bando REVOCATO perché non era assolutamente chiaro cosa si chiedesse di realizzare), alla realizzazione di feste di natale sportive e dei CAM (Centri Aggregazione Multifunzionale) (6000 euro), ma le feste di Natale nei CAM sono già previste dal contratto con il gestore dei CAM stessi e non si capisce se per “feste di natale sportive” si intendano quelle sulla neve…, e infine «realizzazione di uno studio sui punti di interesse in ambito storico e culturale lungo l’asse del Naviglio…» (8000 euro): cioè prima (bando 6 revocato) si mettevano a disposizione 9900 euro per organizzare e realizzare un percorso con la realizzazione e affissione di targhe ecc., ora se ne offrono 8000 solo per lo “studio dei punti di interesse…?” Cioè quello che è uscito dalla porta, rientra ora dal… portone!

Quindi, nel giro di una ventina di giorni sono stati messi a bando 88.600 euro per organizzare iniziative “natalizie” con tempi di presentazione delle proposte ristrettissimi e tempi di aggiudicazione e realizzazione altrettanto da record: destano particolare attenzione gli ultimi due bandi (pubblicazione 28 novembre, presentazione 12/12): ci saranno i tempi indispensabili per la riunione della commissione esaminatrice? Per eventuali richieste di ulteriore documentazione? Per assegnare l’incarico e tutte le pratiche amministrative necessarie? A meno che…

Io sono anziano e trinariciuto, però da qualcuno ho imparato che a “pensar male si fa peccato, ma spesso…”
Perché la bandite frettolosa fa gli avvisi ciechi!

 Alberto Ciullini
Consigliere Municipio 2

Ti potrebbero interessare