LA PIAZZA DI FORMIGONI NON È LA MIA PIAZZA

LA PIAZZA DI FORMIGONI NON È LA MIA PIAZZA

Domani pomeriggio ci sarà la maratona per il No al taglio dei parlamentari, a cui avrei dovuto intervenire nel primo pomeriggio.
Vista l’annunciata (non so se confermata, ma poco rileva) presenza di Roberto Formigoni e di altri esponenti di quell’area del centrodestra, ho ritirato la mia disponibilità a intervenire.
Il mio NO al taglio dei parlamentari è un NO a chi sostiene che la politica sia un costo inutile.
Per me la politica non deve necessariamente costare meno o essere più veloce (cioè più efficiente) ma saper incidere positivamente sulla vita dei cittadini (cioè essere più efficace).
E Roberto Formigoni e l’area che rappresenta sono esattamente il contrario di questa idea di politica.
E la motivazione più forte per chi sostiene il SÌ.
La piazza di Formigoni non può essere la mia piazza.
E ancora meno lo può essere nel mezzo di una pandemia in cui il suo modello di sanità si è dimostrato fallimentare e inefficace.
Lo ho detto e lo ripeto, per me la politica non è discount, ma non può essere neanche un lusso per pochi (come vorrebbe essere la sanità lombarda nelle parole del suo attuale rappresentante)
La piazza di Formigoni non è la mia piazza, e la mia battaglia per il NO la porterò avanti altrove.
Elena Comelli

Ti potrebbero interessare