La sanità a Milano

La sanità a Milano

“Sos medici di famiglia a Milano: decine di quartieri scoperti. Restano vacanti gran parte dei posti messi a bando e i giovani non bastano a coprire il turnover dei colleghi pensionati. Intere zone della città restano quindi scoperte”

Questa e’ la situazione dei medici di base a Milano, mentre in Lombardia molti territori sono lasciati scoperti dalla chiusura degli ambulatori di zona e con ospedali troppo lontani soprattutto per chi e’ in difficoltà a causa di un problema di salute.
E i costi della sanià pubblica con i ticket sono decisamente piu’ alti in Lombardia rispetto alle altre regioni, in una situazione di crisi dove molte persone rinunciano a curarsi perche’ non ce la fanno.

Occorrono piu’ medici di base distribuiti capillarmente, più poliambulatori di prossimità diffusi sul territorio, che oltretutto costano meno del ricorso massiccio agli ospedali.
Serve restituire ai medici di base la cura dei malati cronici, che la riforma sbagliata di Maroni sottrae loro, mentre sono gli unici che possono meglio conoscere e coordinare le necessarie cure per i loro pazienti.

E occorre ridurre i ticket.

Carlo Silva

Ti potrebbero interessare