LA STORIA TRISTE E INFINITA DELL’AREA EX-MACELLO (E DELLE PALAZZINE LIBERTY)

LA STORIA TRISTE E INFINITA DELL’AREA EX-MACELLO (E DELLE PALAZZINE LIBERTY)
Le Palazzine Liberty e l’Area ex-Macello di viale Molise sono state oggetto di numerosi documenti e mobilitazioni di SinistraXMilano4, fin dalla stesura del Programma con il quale ci presentammo alle elezioni nel 2011. In 10 anni, abbiamo provato a più riprese a sensibilizzare il governo del Comune nel recupero pubblico delle Palazzine, per un percorso partecipato e per investimenti che intervenissero su quel territorio abbandonato da troppo tempo.
Il Municipio 4 si é pronunciato unanimemente per la conservazione e riutilizzo di almeno due palazzine e la salvaguardia della Galleria (usata come simbolo del Municipio) quando è stato chiamato a pronunciarsi sulle linee guida che sarebbero state introdotte nell’Avviso Pubblico che affidava il futuro dell’area al Bando Reinventing Cities. Il processo del Bando, al quale hanno aderito diversi operatori, è partito più di un anno fa e proprio in questo mese avremmo finalmente dovuto conoscere il progetto vincente.
Sul finire di un anno tormentato, è giunta la notizia dell’apposizione di un vincolo su due edifici, messo in atto dalla Commissione regionale per il patrimonio culturale, che già il Municipio aveva indicato di salvaguardare…
Il Comune ha deciso ora di rimandare la scadenza del Bando, per consentire agli operatori una modifica della loro proposta che tenga conto di questo vincolo.
Sorgono spontanee alcune considerazioni:
– i progetti presentati non tenevano conto del recupero di alcune parti dell’ex-Macello che erano evidenti da conservare?
– I progetti presentati prevedevano demolizioni tout-court?
Ci poniamo seriamente queste domande che derivano dall’oscurità attorno ai progetti Reinventing Cities che, se fossero resi pubblici, avremmo potuto comprendere meglio cosa ostacola ora l’evoluzione del Bando di rigenerazione, dopo il vincolo posto.
Rossella Traversa

Ti potrebbero interessare