“…L’ITALIA, PER LA MUSICA, LA LETTERATURA, LA GENTE AMICHEVOLE”

“…L’ITALIA, PER LA MUSICA, LA LETTERATURA, LA GENTE AMICHEVOLE”

“Chi se ne frega – ha affermato – Non una bambina sul palco, 50 bambini. Guai a chi ruba i bambini alle loro famiglie per quattrini e verranno fuori casi anche da altri posti, non solo dall’Emilia”.
Salvini risponde così alle critiche sulla presenza di una “bimba di Bibbiano” sul suo palco, usando questo terribile scenario come clava sulla politica che lo contesta.

45.000 persone ad ascoltarlo, vestite di verde e di elmi cornuti, di t-shirt con slogan brutti, volgari e razzisti, anche E sempre nei confronti di quei “terroni” che hanno votato lega.
45.000 persone sono veramente tante, troppe.
Ti fanno vedere un’Italia ignorante, ferma alle credenze delle vallate del profondo nord, arrabbiata senza molti perché, ben pasciuta, ma scontenta e vendicativa. Infiammabile.

Gli ebrei sono spesso evocati, come durante il fascismo, in quanto pericoli pubblici, siano essi “normali cittadini” o giornalisti come Gad Lerner.
Ora gli “ebrei italiani”, secondo i leghisti non sarebbero nemmeno più italiani, quindi sarebbero stranieri da respingere.

Possibile che l’italia e gli italiani siano così brutti, ignoranti, cattivi, razzisti?
Purtroppo si!
Che rispondere alla signora tedesca che alla mia domanda –perché le piace il mio paese?- ribatte convinta –per la musica, la letteratura, la gente amichevole…..-

La gente amichevole di Pontida assale fisicamente i giornalisti, insulta Gad Lerner, si affolla intorno agli ebrei, eccitata e liberata dalle parole d’odio che il leader della paura e delle minacce, amico di Casa Pound e di tutti i fascisti e razzisti europei, munito di oggetti rituali come il rosario e i bambini innocenti, recita l’esibizionista logorroico con il tono alla Mussolini, le pause alla Mussolini, il mento alla Mussolini, l’occhio isterico, alla Mussolini e pronuncia giuramenti “sacri” per rivoltare l’Italia come un calzino.

Ma questa gente rappresenta gli Italiani o vuole fare pulizia etnica passando attraverso il parlamento? Chi sono i leghisti? l’abbiamo capito? Li stiamo tenendo d’occhio? O invece guardiamo succedere le cose come alcuni decenni fa, quando mio nonno, insieme a milioni di altri, finì e morì a Mathausen per la banalità del male che lo colpì feroce avendo lui ospitato una famiglia di Levi salvandoli dalla deportazione?

“60 milioni ‘sto cazzo” scrivono un po’ dappertutto i giovani sani e spaventati dal fatto che quel leader miracolato dica di rappresentare da Pontida e Messina tutti gli italiani.

La lega in canottiera di Bossi faceva folklore.
Questa di Salvini cova una rabbia al limite della Costituzione, e bisognerebbe che qualcuno se ne accorgesse veramente, anche in Italia…

Giuseppe Pino Rosa

Ti potrebbero interessare