L’università in carcere

L’università in carcere

Carcere ed Università, un accostamento non usuale. Oggi Elisabetta Andreis sul Corriere della Sera racconta di un esperimento durato un anno che ha fatto incontrare studenti detenuti nella casa di reclusione di Opera, tutti condannati all’ergastolo, con studenti della Università degli Studi di Milano all’interno di un corso di filosofia e di un laboratorio di teatro. Temi dell’incontro: l’attesa, la speranza, la responsabilità, la libertà. A condurre il laboratorio l’attrice e drammaturga Elisabetta Vergani e il sottoscritto. Da qualche anno promuoviamo con la Statale l’educazione in carcere, prima a Bollate e ora ad Opera ed è la prima volta (almeno crediamo) che un progetto universitario di formazione sia dedicato a detenuti “fine pena mai” facendoli incontrare con studenti in corso. Un’esperienza da raccontare e speriamo da ripetere.
Stefano Simonetta

Ti potrebbero interessare