Militari in città, si grida al lupo

Militari in città, si grida al lupo

Periodicamente riparte la questione sicurezza/militari, variamente declinata come la panacea di tutti i mali.
Mettiamo i militari, basta reati.
Di soliti i fautori di questa teoria, sono quelli che dicono, per esempio, in stazione centrale non si può passare, manca la sicurezza, salvo dimenticarsi che sono presente non una, ma ben due camionette dell’esercito.
Ovviamente nessuno è contro l’esercito, serve però cercare di fare un ragionamento che sfugga da ragionamenti strumentali, ma che però non sfugga dalla questione sicurezza, che ovunque tu vada è sentita dai cittadini, seppur i dati dimostrano che i reati in Italia negli ultimi anni sono diminuiti.
Ed allora è bene sapere che l’esercito non può svolgere funzioni di ordine pubblico, ma può essere solo di supporto alle forze dell’ordine all’uopo deputate.
Ciò significa, nella pratica, che i militari dovranno sempre essere affiancati da poliziotti e carabinieri.
Dove invece posso agire da soli e dove sono utili sono nei presidi fissi, così liberando forze dell’ordine per le attività di ordine pubblico.
Peraltro la teoria di occuparsi della sicurezza presidiando tutta la città, non solo non è originale, ma si scontra con i numeri, non ci sono uomini per fare ciò.
Chiedere presidi fissi in Piazze o vie è non solo inutile, ma anche controproducente.
Certo è molto facile o usando un termine in voga populista, chiedere sempre esercito, perché ti consente di non affrontare le questioni più spinose della prevenzione, di una sicurezza partecipata, vedi le assemblee di prossimità, che aiuta anche la sicurezza percepita .
Dovrebbe essere interesse di tutti, non strumentalizzare i reati, fomentando la paura della gente, anche perché a forza di urlare a vuoto: al lupo, al lupo, quando questo arriva non ci crede più nessuno.
Serve un nuovo approccio culturale sul tema sicurezza, che però parta dal presupposto che occorre occuparsene, ognuno nel rispetto delle proprie competenze.

Mirko Mazzali​

Ti potrebbero interessare