Municipio 7: bilancio di legislatura

Municipio 7: bilancio di legislatura

Tempo di bilanci per i Consigli, sulle attività e le opposizioni. Ospitiamo in questa prima puntata la valutazione sul Municipio 7 di Milano, unico Municipio in cui SinistraXMilano non ha eletti, del consigliere “anziano” Lorenzo Zacchetti del Pd.

Nella seduta consiliare del 25 giugno si discute la relazione annuale presentata dal Presidente del Municipio, ai sensi dell’art.33-bis del regolamento. Tale relazione conferma in pieno l’ammirevole capacità narrativa del Presidente, ma in quanto ai contenuti è come chiedere all’oste se il vino è buono, quindi trovo necessario fornirvi anche la mia versione dei fatti in questione.

SERVIZI ALLA PERSONA
Essendomi occupato dei CAM per cinque anni, ho sorriso di fronte all’affermazione dell’attuale amministrazione, che avrebbe “introdotto alcuni criteri innovativi nella raccolta delle iscrizioni per evitare gli affollamenti del passato”: chi frequenta il CAM conosce bene le procedure già modificate nello scorso mandato. Allo stesso modo, la maggioranza di centrodestra si fa vanto dell’apertura della nuova sede CAM di via Lammennais, ma come ho già avuto modo di spiegare essa è frutto di un lungo lavoro tra il Comune centrale e il territorio.

CELEBRAZIONI DEL 25 APRILE
Il Presidente sottolinea: “abbiamo deciso di rendere omaggio ai caduti per la nostra Libertà presso il Cimitero di Guerra del Commonwealth”. E sia, ma io continuo a ritenere che chi ha un ruolo pubblico debba celebrare in primo luogo la Resistenza dei nostri Partigiani, dalla quale è scaturita la possibilità di vivere in Democrazia e secondo i valori di una Costituzione che ancora oggi vanno tutelati. Per me sarebbe questo il primo impegno.

LA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE
Il Presidente scrive: “Ritenendo particolarmente importante promuovere una comunicazione adeguata sul territorio dei diversi progetti educativi, culturali e sportivi del Municipio 7, abbiamo poi attivato una pagina Facebook ufficiale per favorire l’interazione dei cittadini con la nostra Istituzione”. Come già spiegato, l’istituzione della pagina Facebook è un’ottima cosa, che deriva da una mia mozione dello scorso mandato. Che poi gli uffici l’abbiano tradotta in pratica nei mesi successivi ha ben poco a che vedere con i meriti di chi governa la zona pro-tempore.

POLITICHE SOCIALI
Giustamente il Presidente rivendica il sostegno economico dato al progetto “Sollievo”, dedicato alle famiglie degli utenti dei C.D.D. (Centri Diurni Disabili): 16.000 euro. D’altra parte, il vecchio Consiglio di Zona aveva meno fondi, altrimenti lo avremmo fatto anche noi. Va riconosciuto che la scelta è giusta, così come va ammesso il merito dell’attuale maggioranza nell’avere reperito più sponsorizzazioni da parte di privati rispetto al passato. E’ giusto dirlo.

FONDI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO
E’ uno dei temi maggiormente deludenti, in quanto il centrodestra ha eliminato il criterio della presenza di studenti stranieri nella distribuzione dei fondi, creando di fatto uno svantaggio alle tante realtà scolastiche che invece si caratterizzano proprio per questo. Bisogna insistere perché cambino orientamento, pur sapendo che sarà dura.

IMPIANTI SPORTIVI
Il Municipio ha preso in carico gli impianti di via Molinetto e di via Viterbo, ma per entrambi ha proceduto con l’affidamento diretto a terzi. Mentre per via Molinetto attendiamo l’esito del bando annunciato per agosto, per via Viterbo (come segnalato nelle ultime comunicazioni) abbiamo dovuto constatare come la procedura d‘urgenza non abbia ad oggi portato ad alcun risultato apprezzabile: sebbene un cartello annunci l’inizio dei lavori al 4 maggio (scorso), lo stato di fatto è ancora pessimo e il futuro del centro è tutto da discutere.
Il ritardo con cui il consiglio ha approvato le linee guide per l’affidamento dei centri sportivi ha conseguentemente rallentato l’iter dei bandi, come già raccontato. Su via Viterbo, ancora oggi non ci siano notizie certe su chi incassi i proventi dei cartelloni pubblicitari: l’ultima comunicazione degli uffici risale al 14 maggio e mi informa che “siamo ancora in fase istruttoria”. Aspettiamo…

URBANISTICA
A parte occuparsi di concedere i pareri previsti dal regolamento, non vedo alcuna traccia di quello sforzo progettuale al quale invece viene accennato nella relazione. Più in generale, la cosa più preoccupante di questo mandato è l’appiattimento del Consiglio di Municipio sulle posizioni della Giunta, come dimostrato anche dal ridotto numero delle sedute di Commissioni e soprattutto dalla carenza di proposte provenienti dal Consiglio.

COMMERCIO
Anche qui, non vedo progettualità. Si citano i fondi spesi per il contributo al pagamento della COSAP, come se fossero una novità: succedeva lo stesso durante la gestione del centrosinistra, nella quale però ci sforzavamo anche di dialogare con i commercianti per trovare soluzioni condivise ai numerosi problemi di una categoria messa in difficoltà dalla crisi.

RIQUALIFICAZIONE AREE DISMESSE e PIAZZA D’ARMI
A questi due temi importantissimi il centrodestra ha deciso di dedicare due distinte Commissioni, ma il loro contributo è stato praticamente nullo. Clamoroso il fatto che la Commissione Piazza d’Armi sia rimasta totalmente inattiva durante gli importantissimi sviluppi delle ultime settimane e non abbia detto nulla su quanto si veniva ad apprendere dai giornali. Addirittura, ha lasciato trascorrere dei mesi dal rinnovo della Commissione alla rielezione del Presidente, con una grave perdita di tempo che probabilmente è legata agli evidenti dissidi politici in seno alla maggioranza, con ben tre cambi di casacca nei primi due anni e contrasti anche molto palesi. Segnalo peraltro che il Presidente (FI) non ha ancora risposto alla mia interrogazione dello scorso 10 aprile in merito ai motivi che hanno portato all’annullamento di una seduta della Commissione Affari Istituzionali, il cui Presidente è della Lega, e della relativa discussione via mail tra i due esponenti della maggioranza, che ha coinvolto anche noi.

GESTIONE DEL VERDE
Lascio al giudizio dei cittadini valutare un’eventuale miglioramento della situazione rispetto al passato. Personalmente non lo vedo, ma forse sono di parte perché nello scorso mandato ero io ad occuparmene. Sicuramente mi ha fatto piacere vedere la realizzazione di due idee che avevo lanciato a suo tempo: il completamento delle casette per gli attrezzi negli orti di via Viterbo e l’allacciamento idrico degli orti del Parco delle Cave. Sono ugualmente contento della riqualificazione del giardino di via F.lli Zoia 95/105, dopo tanti anni: per questo risultato, è stato determinante il lavoro del Circolo PD F.lli Cervi, che con i consiglieri municipali e comunali e l’apporto di vari cittadini (che hanno sottoscritto una petizione) si sono interfacciati in modo costruttivo con Palazzo Marino.

SICUREZZA URBANA
Anche su questo, credo sia opportuno lasciare il giudizio ai cittadini. A me non pare che, al di là dei numerosi proclami su Facebook, sia stato fatto granché e soprattutto trovo sbagliato il continuo rimpallo delle responsabilità tra Municipio e Comune, per il quale la maggioranza di centrodestra si intesta ogni cosa che funziona, dando invece la colpa di ogni problema alla Giunta Sala! Non è questo un modo produttivo di governare il territorio. Bisognerebbe invece distinguere bene le competenze dei due enti, così da verificare che ognuno faccia il suo dovere al meglio e valorizzare il ruolo dei Municipi: ci abbiamo creduto tanto, ma ad oggi il loro peso mi pare francamente molto scarso. Invece, nella sua relazione il Presidente insiste nel chiedere la gestione operativa dei Vigili… Posizione legittima, per carità, ma mi chiedo se essa verrebbe gestita con la stessa leggerezza che ha portato la Commissione Nomadi, che ha carattere temporaneo, a scadere senza che nessuno se ne accorgesse! Anzi, alla fine me ne sono accorto io e ne ho chiesto il ripristino con una mozione, ma le discussioni sul tema sono davvero poco produttive.

GUARDANDO OLTRE: SAGRA DI BAGGIO 2018
Si svolgerà dal 19 al 21 ottobre. Per proporre eventi da inserire nel calendario, bisogna partecipare entro venerdì 29 giugno al bando che trovate a questo link

RIAPRIRE I NAVIGLI? PARLIAMONE
Concedetemi di “sconfinare” dal Municipio per una vicenda che interessa tutta la città. E’ partita la fase del dibattito pubblico sul progetto di riapertura dei Navigli.
Personalmente non ho una posizione preconcetta sul tema. Sono convinto che l’amministrazione di una grande città debba anche porsi obiettivi che vadano al di là delle strette contingenze e guardare al futuro senza tarpare le ambizioni. D’altra parte, l’impatto economico (e non solo) di quest’opera a mio avviso deve essere valutato con attenzione rispetto alle priorità avvertite dalla cittadinanza e che mi pare vadano in ben altra direzione, a cominciare dal necessario rilancio delle periferie.

Ti potrebbero interessare