NESSUN RADUNO FASCISTA IN LUOGHI PUBBLICI

NESSUN RADUNO FASCISTA IN LUOGHI PUBBLICI

La Palazzina Liberty, storico teatro dove Dario Fo e Franca Rame fondarono nel 1974 il Collettivo Teatrale La Comune, ospiterà per la prima volta nella sua storia personaggi dichiaratamente vicini all’ultradestra neofascista di ‘Lealtà e Azione’ e a tesi revisioniste.

La maggioranza che governa il Municipio 4, infatti, presieduta dal leghista Paolo Guido Bassi, ha deciso di organizzare per il 13 febbraio una serata dedicata alla tragedia delle foibe invitando il cantautore Federico Goglio, in arte Skoll, rappresentante di spicco del cosiddetto ‘rock identitario’ italiano, ovvero formazioni musicali di ultradestra vicino a Lealtà e Azione che già si sono esibite a Milano in luoghi privati. Skoll ha il poco nobile merito di essere finito sotto processo (e poi assolto) per apologia di fascismo; l’accusa era di aver fatto il saluto romano insieme ad altri camerati durante la ‘marcia’ per Sergio Ramelli del 2015. All’epoca dichiarò che anche in caso di condanna non si sarebbe mai pentito del gesto.

Insieme a lui il Municipio 4 ha anche invitato Tito Lucillo Sidari, sindaco del ‘Libero Comune di Pola in esilio’. Sidari, vicino a Casa Pound e a Lealtà e Azione, è noto per le sue teorie revisioniste.

Riteniamo che il legittimo ricordo delle vicende istriane e dalmate in quegli anni di atroce scontro tra popoli e regimi non possa comunque essere strumentalizzato per dare spazio e agibilità a persone che si riconoscono e fanno esplicito riferimento a teorie e pratiche neofasciste. Riteniamo – noi di Sinistra x Milano – ancora più grave che un luogo simbolo come la Palazzina Liberty (che speriamo sia presto dedicata a Dario Fo e Franca Rame) ospiti personaggi siffatti che nulla hanno a che vedere con le tradizioni democratiche di Miano, città medaglia d’Oro per la Resistenza.

Chiediamo che Il Comune vieti la concessione della sala per il 13 febbraio.

Ti potrebbero interessare