NON DIMENTICHIAMO

NON DIMENTICHIAMO

Anche mentre infuria una tempesta come quella in corso, la memoria è più forte di tutto; e i muri e le targhe continuano a parlare, perfino quando intorno la città è forzatamente muta. Mi ha fatto impressione, stamattina, percorrere il primo tratto di via Mancinelli e vedere le auto parcheggiate come in un giorno qualunque, quasi oggi non fosse il 18 marzo, il giorno di Fausto e Iaio, oltre che dei martiri caduti sulle barricate della prima delle Cinque Giornate.
Questa volta, non sarà possibile alcun momento di ricordo collettivo. Ma la memoria è più forte di tutto. E si trasmette anche in silenzio.

 

Ti potrebbero interessare