Nuovo Cinema Casoretto

Nuovo Cinema Casoretto
300 persone hanno partecipato ieri sera alla proiezione di Ratataplan di Maurizio Nichetti, ospite della rassegna di Cinema all’aperto che l’assessorato alla cultura del Municipio 3 ha finanziato nel chiostro dell’Abbazia del Casoretto con i Fondi di Milano Estate 2017.
“Se c’è un pubblico non può non esserci una sala” ha detto il regista e la partecipazione di ieri conferma il bisogno di spazi di aggregazione, socialità e cultura fuori dal centro e vicina ai cittadini. Spazi capaci di diventare, o di tornare a essere, luoghi in cui incontrarsi e riconoscersi, dove fruire della cultura e anche rinsaldare relazioni di vicinato. Il Cinema Casoretto fino a 20 anni fa era così, ci hanno raccontato: uno spazio di proprietà della parrocchia ma riconosciuto da tutti gli abitanti del quartiere come proprio.
Chiuso da anni, come molti altri che non riescono a fare fronte ai costi di gestione, il teatro rappresenta una potenzialità straordinaria per la qualità di vita dei quartieri, potenziale motore di rigenerazione di periferie e non solo che può e deve passare attraverso la cultura e il coinvolgimento di soggetti locali. Questa rassegna è nata da una iniziativa di cittadini, di chi ha immaginato che accanto alla scritta Cinema Casoretto che ancora si legge potesse essere aggiunto la parola “Nuovo”. Il Municipio 3 ha contribuito con qualche risorsa con l’auspicio che possa spingere ad attivare un processo virtuoso che raccolga progetti, fondi e volontà di far rivivere il “nuovo” cinema Casoretto. Il pubblico, a quanto pare, già c’è.

Antonella Bruzzese – Vicepresidente Municipio 3

Ti potrebbero interessare