PERCORSI PARTECIPATIVI REALI

PERCORSI PARTECIPATIVI REALI

La discussione sul possibile trasferimento delle Facoltà Scientifiche da Città Studi può rappresentare una straordinaria opportunità di rigenerazione urbana.

Può.

Non lo è necessariamente.

Non lo è se ci si arrocca sulle posizioni del NO a prescindere o del SI incondizionato.

Non lo è se si confondono i piani tra facoltà scientifiche della Statale, che verosimilmente si sposteranno da Città Studi nel giro di qualche anno, e Politecnico, che da Città Studi non si sposterà.

Può, viceversa, essere una straordinaria opportunità per il futuro del quartiere se il processo di trasformazione sarà gestito e guidato dall’amministrazione – cittadina e municipale – con la partecipazione dei cittadini.

Per noi, “futuro di Città Studi” significa anche futuro prossimo, per rivitalizzare un quartiere che, già oggi, la sera e nei giorni di chiusura dell’università, si spegne.

Come Sinistra x Milano vogliamo favorire e promuovere una visione di ampio respiro, che tenga conto delle grandi trasformazioni urbanistiche che interesseranno l’area, che prevenga qualunque forma di speculazione immobiliare o finanziaria e che privilegi il mantenimento e l’ulteriore sviluppo della vocazione culturale e scientifica del quartiere.

Per andare in questa direzione, lo abbiamo detto, è necessario giocare d’anticipo, e allora non si può fare a meno di percorsi partecipativi reali e di protocolli specifici per l’uso temporaneo degli spazi.

Ti potrebbero interessare