Periferie: 4 interventi conclusi, 7 in realizzazione.

Periferie: 4 interventi conclusi, 7 in realizzazione.

Nel piano periferie, oltre agli interventi di manutenzione straordinaria delle case popolari e gli interventi sul sociale, si è deciso di inserire 16 interventi derivanti dagli 80 raccolti fra la cittadinanza durante la campagna elettorale.

L’obiettivo è quello di realizzarli tutti durante il primo mandato.

Si tratta di interventi molto diversi fra di loro, riqualificazione di un centro civico, sistemazione di sottopasso, apertura di una ricicleria. Insomma quelle opere che i cittadini ritengono importanti per migliorare la vita dei loro quartieri.

Di questi 16, nel primo anno 4 sono terminati, 7 progettati e in via di realizzazione tecnica, gli altri ancora in fase di studio.

Alcuni dicono sono pochi, sono tanti, sono interventi piccoli, grandi, si spendono pochi soldi.
Si tratta di polemiche senza senso.
Rubando un termine caro al movimento 5 stelle, per noi uno vale uno, cioè grandi o piccoli si tratta si tratta della realizzazione delle richieste dei cittadini, e questo basta.
La sistemazione di un sottopasso costerà pochi soldi e sarà un intervento “piccolo”, però consentirà agli abitanti della zona di attraversarlo in sicurezza, perché illuminato, abbellito, reso più fruibile.

Poi è ovvio che con questi interventi non bastano per cambiare radicalmente le periferie, però esse migliorano anche se ci si occupa di quelle che possono sembrare piccole cose o piccoli interventi.
Su questo tema serve lavorare tutti Insieme, non farne oggetto di sterile polemica.
Il miglioramento delle zone periferiche deve essere interesse della collettività , non solo ossessione del Sindaco .

Mirko Mazzali

Ti potrebbero interessare