Da Porta Volta, una piazza in ogni quartiere

Da Porta Volta, una piazza in ogni quartiere

Il Corriere di oggi racconta la rinascita di Porta Volta, destinata a diventare una nuova piazza pubblica; una zona rivitalizzata – dice l’assessore Maran – che, grazie a panchine, alberi e spazi pubblici per eventi si candida a diventare uno dei nuovi cuori di Milano.

Ecco, una piazza così ci vorrebbe in ogni quartiere, o almeno in ogni municipio, anche più lontano dal centro, in quelle periferie che anche per noi sono un’ossessione.
Una piazza come luogo di incontro e di aggregazione, ma anche come luogo per vivere la città in modo diverso, senza auto, con ritmi più lenti, come luogo e momento di conoscenza reciproca e di riappropriazione di un tempo di vita che molti quartieri stanno perdendo.

Per questo, anche a seguito della campagna#respiromegliose che abbiamo lanciato lo scorso autunno, vogliamo lavorare con l’amministrazione per la creazione di aree completamente pedonali in ogni municipio, riprendendo quell’idea di città policentrica e di una piazza in ogni quartiere su cui ci siamo spesi fin dalla campagna elettorale.
Una proposta che si affianca alla delibera di Municipio 1 che chiede la chiusura, in via sperimentale, del centro storico alle auto. Con una piazza in ogni quartiere vogliamo estendere la possibilità di fruire della città in modo diverso anche (ben) al di fuori della cerchia dei Navigli e contribuire a diffondere la consapevolezza e la convinzione che una città con sempre meno auto può migliorare la qualità della vita di ognuno di noi, fin da subito.

Per questo, perché l’istituzione di zone pedonali impatti davvero sulla vita del quartiere vogliamo che la piazza sia identificata con il contributo, la partecipazione e il sostegno dei residenti che vivranno le nuove aree pedonali come piazza del quartiere.
E su questo ci impegneremo fin dalle prossime ore.

 

Elena Comelli

Ti potrebbero interessare