POTETE ASCOLTARLI?

POTETE ASCOLTARLI?
I collettivi Studenti Indipendenti – LINK e Coordinamento Studenti AFAM Calliope ieri hanno messo in scena in maniera molto efficace la loro condizione. Ostaggi. Da quando c’è il Covid di un sistema a compartimenti stagno dove ogni ateneo ha procedure diverse e dove spesso dalle parole ai fatti c’è di mezzo il docente che si fa gli affari suoi, le rette pagate ma non utilizzate, le case affittate, le mense chiuse (Qualcuna è aperta), un diritto allo studio fatto di tante chiacchiere… Cosa chiedono? Questa città vorrebbe recuperare il suo smalto con l’attrattività dei giovani verso le università e progetti di edilizia per i più giovani, dice il sindaco. Allora cominciamo subito a fare un tavolo con almeno le istituzioni legate al settore pubblico Università degli Studi di Milano, Politecnico di Milano, Università Milano-Bicocca, Accademia di Belle Arti di Brera e Conservatorio Di Milano per una gestione unitaria e condivisa degli spazi e del rientro in presenza per evitare di creare, ancora una volta, disuguaglianze all’interno della stessa città. E comincino a dire che il diritto allo studio in questa Regione non è realmente garantito perché la Lombardia non stanzia i fondi per garantire a tutti i richiedenti un posto alloggio e una borsa di studio. Persino durante una pandemia Regione Lombardia ha tappato gli occhi, fregandosene dei suoi studenti. Partiamo da qui, dai diritti di base (sicurezza, frequenza, rispetto della retta che pagano, diritto allo studio) e li coinvolgiamo? Ce la ossiamo fare?

Ti potrebbero interessare