Ecco il nuovo Regolamento del Verde!

Ecco il nuovo Regolamento del Verde!

Ieri in Consiglio Comunale è stato approvato il nuovo Regolamento del verde.

È un passo avanti molto importante per la città di Milano perché, con questo regolamento, si è fatta la scelta di considerare il verde “bene comune” per la città, definendolo non solo come elemento di bellezza, ma come elemento fondamentalmente per la crescita e lo sviluppo della città. E perché ciò si concretizzasse si è definito un regolamento che coinvolge sia il verde pubblico che quello privato, in un percorso di stretta collaborazione tra l’Amministrazione e i cittadini che diventano entrambi protagonisti della gestione e della rigenerazione degli spazi verdi.
Percorso che produrrà benefici effetti per una più efficace difesa del territorio, fruibilità delle aree verdi, salvaguardia delle piante.

Il Regolamento è suddiviso in sette aree di intervento ed è il frutto di un lungo confronto dell’Amministrazione Comunale con i Municipi, le Associazioni, gli Ordini professionali e gli Enti competenti in materia.
Si applica nelle arre verdi pubbliche e nei giardini privati con l’obiettivo prioritario della salvaguardia dell’ambiente.
Prevede il coinvolgimento diretto dei cittadini nella gestione del verde pubblico e delle aree private attraverso forme di collaborazione volontaria o sponsorizzazioni regolamentate, come ad esempio la gestione dei giardini e degli orti condivisi.
Tutela le aree verdi pubbliche promuovendone la piena accessibilità alle persone con disabilità o ridotta mobilità.
Differenzia le varie aree verdi pubbliche e ne regolamenta l’utilizzo e la fruizione da parte dei cittadini.
Tutela le arre verdi e gli alberi di pregio storico, architettonico e ambientale nelle aree pubbliche e private.
Definisce rigorose metodologie in merito alle potature e a ogni altro intervento sulle piante, sia nel pubblico che nel privato.
L’Amministrazione diventa protagonista delle nuove progettazioni di aree verdi sia pubbliche che private, coordinandole e mettendo a disposizione competenze e tecnici.

Insomma, a nostro parere un regolamento ben fatto, che abbiamo contribuito a migliorare con emendamenti che hanno arricchito ancora di più il concetto di “verde come bene comune” e fattore di crescita positiva per una città più bella e meno inquinata.

Un regolamento fatto oggetto di un ostruzionismo assurdo e incomprensibile da parte dell’opposizione di centrodestra in Consiglio Comunale. Del resto da forze politiche che continuano ad avere come obiettivo città piene di nuovi parcheggi in centro per le auto private, non ci si poteva certo aspettare niente di diverso.

Noi continuiamo nel nostro percorso di miglioramento di una città che deve ancora fare un lungo cammino verso l’ecosostenibilità.
L’approvazione di questo regolamento è un bel passo avanti.

Paolo Limonta

Ti potrebbero interessare