Rigeneriamo gli spazi pubblici

Rigeneriamo gli spazi pubblici

Due progetti di spazi pubblici e collettivi sono stati inaugurati nel Municipio 3 Sabato 23 settembre nell’ambito di Green city Milano.

Viale Rimembranze di Lambrate e il Giardino condiviso di San Faustino sono state due occasioni di rigenerare spazi pubblici o “a uso pubblico” con una grande attenzione al coinvolgimento dei cittadini per la loro cura, manutenzione e animazione. Due progetti che affondano le loro radici nel lavoro delle precedenti amministrazioni e nelle attività di associazioni formali e informali di cittadini che negli anni hanno preparato il campo perché questo fosse possibile. Sono progetti corali che abbiamo potuto formalizzare in tempi rapidi anche perché in tanti prima hanno rilevato e denunciato il degrado delle aree, hanno immaginato progetti per il loro recupero, si sono attivati in prima persona organizzando attività, iniziative ed eventi per “abitarle”.

La qualità dello spazio pubblico e la sua capacità di essere vissuto e abitato è la conditio sine qua non per una città che possa essere davvero bella, equa, accogliente, capace di mescolanza e di vitalità. Nello spazio pubblico così come nello spazio “comune” dei giardini condivisi, il progetto dello spazio fisico e le attività di cura e presa in carico fatte coinvolgendo associazioni e cittadini non possono che andare a braccetto. È quello che abbiamo cercato di fare in Municipio 3.

Nel caso di Rimembranze la piazza è tornata alla fruizione pubblica dopo i lavori di riqualificazione che, in soli due mesi, l’hanno trasformata in un nuovo luogo di socialità per tutti i residenti della zona. La piazza è stata parzialmente ripavimentata in calcestre, attrezzata con panche e tavoli in granito e in pietra, cassoni in legno per orti didattici a disposizione di scuole e associazioni, un campo gioco per la petanque e tavoli da ping pong, allacciamenti a acqua e elettricità per l’organizzazione di attività.
A complemento di ciò come Municipio 3, stiamo predisponendo un Avviso pubblico per la raccolta di manifestazione di interesse a realizzare proposte e iniziative per la gestione delle dotazioni della piazza e organizzazione di inziative, aprendo la strada alla sperimentazione di veri e propri “Patti di collaborazione” tra cittadini e istituzioni.

Nel caso del Giardino condiviso, la grande area di 17.900 mq, che il Comune e il Municipio 3 hanno ottenuto per 5 anni in comodato d’uso dall’Università statale di Milano, da sabato si è trasformata in un parco che sarà aperto all’uso pubblico con le modalità dei giardini condivisi grazie alle prime 5 associazioni che hanno presa in carico l’area: SOS Randagi, Cascina Biblioteca, il Melograno, SPI CGIL, Green Island secondo una modalità inedita di gestione condivisa e di collaborazione con il Municipio per le grandi dimensioni dell’area. C’è ancora disponibilità di spazio da affidare ad altre associazioni che abbiano voglia di collaborare e molto ancora da sperimentare.

 

Antonella Bruzzese

Ti potrebbero interessare