SUPERIORI A DISTANZA

SUPERIORI A DISTANZA
Da lunedì tutte le scuole secondarie o meglio quelle che si sono attivate per poter fare le lezioni a distanza lasceranno gli studenti a casa, non tutti, perché gli studenti con bisogni di didattica speciali continueranno ad andare a scuola, da soli. Poi ci sono i laboratori che dovranno essere organizzati in presenza, anche se sarà molto difficile, perché la scuola si organizza su turni di materie e non su entrate e mezzi e pubblici. L’insieme del provvedimento è evidentemente ingiusto (in che senso chi si è attivato per la Dad sta a casa mentre chi non si è attivato va a scuola?) e se volete vi segnaliamo cosa ne pensa la

Unione degli Studenti

che domani protesta in tutta Italia: “Come si può pensare di imporre le lezioni online a tutti se non sono stati fatti prima interventi strutturali per garantire la scuola in presenza, e se nemmeno si è pensato a come garantire una #DAD di qualità?”.

Ma si sa è più facile chiudere le scuole che organizzare trasporti pubblici efficaci. E’ più facile dare la colpa ai giovani, invece, di farli partecipare, prendere parola e responsabilizzare. In questa seconda fase della pandemia sta andando in scena il peggio di noi: la paura, la solitudine, il si salvi chi può.

Ti potrebbero interessare