Una collocazione per i funerali di Pinelli

Una collocazione per i  funerali di Pinelli

Il 1 dicembre 2014 nasceva la pagina “Una collocazione per i Funerali dell’Anarchico Pinelli. Avevo ammirato ‘I funerali’ in occasione della loro esposizione a Palazzo Reale e ne avevo approfondito la storia, dalla sua realizzazione alla mancata esposizione, fino al limbo dei nostri anni, convinta che dovevo fare qualcosa perché quest’opera divenisse patrimonio collettivo e soprattutto, dei milanesi. Ho così coinvolto un caro amico, Pierangelo, amante dell’arte e attento conoscitore delle realtà espositive milanesi nell’aprire questa pagina. In pochissimo tempo abbiamo raccolto l’interesse di migliaia di persone, tutte decise a chiedere una collocazione pubblica dell’opera di Baj. Così, per 5 anni, con l’avvicinarsi dell’anniversario di piazza Fontana rinnovavamo l’appello ormai condiviso da tanti e sollecitavamo l’Assessore alla Cultura e il Governo della Città a farsi parte attiva nell’individuare una casa a ‘I Funerali’. Sapevamo che non sarebbe stato semplice, ma oggi, vedendo in un rendering per la prima volta, l’Opera inserita in un contesto ormai possibile e praticabile, mi sono emozionata. Ho deciso così di condividere con tutti voi questo momento di felicità per un traguardo raggiunto.
Grazie a chi ci ha creduto.
Grazie a chi, ostinatamente non ha mollato e ci ha seguito con interesse e passione.

Rossella Traversa

Ti potrebbero interessare