un’altra lezione dai giovani

un’altra lezione dai giovani

Non conosco personalmente Francesca, studentessa del liceo Virgilio, ma da cittadino e da papà mi si apre il cuore nel leggere come questa giovane donna abbia compreso meglio di tanti adulti da cosa é costituita l’essenza di una civile convivenza. Mi ha molto colpito come abbia voluto citare quei giovani morti nei tremendi anni 70 sulle strade di Municipio 3 di Milano. Giovani diversissimi fra loro ma accomunati da uno stesso tragico destino dovuto all’odio. Giovani morti in quelle stesse strade costellate di lapidi che ricordano il sacrificio di altri giovani caduti per darci la libertà e la democrazia. Ma Francesca assieme ai suoi coetanei che sono poi i nostri figli, i nostri nipoti, sono sicuro sapranno sempre difendere la libertà che é di tutti, ricordandolo anche a coloro che talvolta, in queste stesse strade inneggiano ad un tragico passato fatto di violenza e soprusi. Non c’è futuro senza memoria.

Cesare Castelli

L’articolo di Repubblica che racconta il discorso di Francesca alla Camera lo trovi qua

 

Ti potrebbero interessare